Precario Stabile

Il sito contro ogni forma di precariato involontario

Paradossi moderni: i precari di Ravenna del Centro per l’impiego

leave a comment »

Questo è quello che succede a Ravenna, Emila Romagna. A lavorare come precari nei Centri per l’impiego della provincia di Ravenna siamo in 32. I più ‘anziani ‘ di noi hanno inziato come cococo nel 1997, progettando e sperimentando i nuovi servizi per l’impiego. Da allora a oggi abbiamo sostenuto tre concorsi per meritarci di continuare a fare il nostro lavoro. Con l’ultimo concorso siamo diventati dipendenti a tempo determinato con un contratto di tre anni. Fino all’estate scorsa sembrava ci fosse qualche possibilità di essere stabilizzati. Tecnicamente, avremmo maturato i requisiti per la stabilizzazione a dicembre 2009 (esattamente quando scade il nostro il contratto). Dopo il DL Brunetta e la nuova legge finanziaria le possibilità ora sono vicine allo zero. La nostra amministrazione (di Centro Sinistra) al momento – anche se fortemente sollecitata – non si esprime. E questo è male. Dato che noi precari siamo circa il 50% del totale delle risorse umane dei Centri per l’impiego, una volta scaduti i nostri contratti i servizi subiranno un fortissimo ridimensionamento. A Ravenna, per esempio, i servizi di orientamento e incontro tra domanda e offerta di lavoro sarebbero completamente azzerati, a discapito ovviamente di chi sta cercando lavoro – e in questo momento sappiamo tutti bene quanto sia critica la situazione. Insieme ai servizi, viene cestinato un patromonio di esperienze e di competenze lungo 10 anni. Questo post per chiedervi di condividere notizie su altre situazioni di precariato nei Centri per l’impiego italiani e idee su cose da fare insieme. Noi intanto: – siamo già in contatto con (quasi) tutti i colleghi della regione emilia romagna. – insieme all’Associazione 20 maggio abbiamo elaborato e firmato un appello per richiamare l’attenzione sul nostro stato di precarietà (e questo riguarda noi) e sul rischio di chiusura dei Centri per l’impiego pubblici (e questo riguarda tutti). L’appello lo trovate su http://www.tutelareilavori.it, può essere firmato da chunque lavori dentro ai servizi pubblici per l’impiego (a qualsiasi titolo e con qualsiasi forma contrattuale, anche a tempo indeterminato!). Per segnalare una adesione (o un gruppo di adesioni) va benissimo una mail con nomi e cognomi all’indirizzo 20maggio@tutelareilavori.it – sempre grazie al contatto con l’Associazione 20 maggio, speriamo di ottenereuna interrogazione parlamentare su questo tema (postiamo il testo appena disponibile). Grazie! Benedetta, Carlotta, Fabio, Sabrina e altri 28.

Written by Digireale

gennaio 24, 2009 at 9:03 am

Pubblicato su centro impiego, precari

Tagged with , ,

Precariato by Frankie Hi-nrg

with 2 comments

Ho il precariato
antenato del dente malato
mi rovina il fiato
la lingua batte ma lo stomaco sta vuoto
Son devoto ad un santo inventato
ed è normale che il mio stato sia di pre-occupato
perfetto il mio lavoro, il mio prodotto
mi sono collocato sul mercato col banchetto
aspetto qualche uno che mi arruoli in un progetto
sono spacciatore di sudore per clienti in doppiopetto
accetto di farlo anche quando mi fa male
costretto da un rapporto interinale
quasi mai protetto e senza garanzia
hai voglia di essere elastico e flessibile se poi mi buttano via
in nome di una legge che non mi tutela
mentre sgomito in un gregge che scaccazza e bela
ho il mio pezzo di carta teso come una vela
io lavoro un quarto d’ora e mi guadagno una mela

Tu, sei schiavo di uno stato
che in più, ti tiene pre-occupato
perchè tu, sei schiavo di uno stato
che in più, ti tiene pre-occupato

Vanto un esperienza pluriennale in ambito professionale
con un master di lunario da sbarcare
applico nel senso letterale ogni singolo consiglio mi vien dato per campare
debutto commerciale da praticantante
carriera esaltante
ma sui pascoli non c’è tanta gente
vado a far la notte ma niente
o sono troppo chiaro o troppo brillante
dato che ho il talento innato di essere scartato
m’hanno scritturato in uvetta in un natale del passato
ho fatto la gavetta e son finito all’ospedale
è stata una vendetta con forchetta trasversale
mò non mi rimane che fare la trafila
14 ora al giorno cominciando alla mattina
mangiando la farina, cacando una linguina
e quando c’hai il singhiozzo vieni messo a far pastina

Tu, sei schiavo di uno stato
che in più, ti tiene pre-occupato
perchè tu, sei schiavo di uno stato
che in più, ti tiene pre-occupato

Mi stavo riposando quando
sfogliando una rivista ho intravisto un bando
“aiuta la tua patria, entra nella storia”
accolati la colpa ad un mistero dell’Italia
tanto che, i veri responsabili ancora irreperibili
di fatto lasciano di posti liberi che han reso disponibili
ho svoltato, basta precariato fiero servitore dello stato
sono il trampolino di Pinelli
le tessere di Gelli, tra un pò sarò il mandante del delitto Pecorelli
nel suicidio Calvi sono uno degli acrobati
sasso in testa a Genova altro che P**anica
missile basilistico in quella notte ad Ustica
i posti qui non mancano e non mancheranno mai
faccio la valigia abbandonata alla stazione part-time

Tu, sei schiavo di uno stato
che in più, ti tiene pre-occupato
perchè tu, sei schiavo di uno stato
che in più, ti tiene pre-occupato

Written by Digireale

ottobre 6, 2008 at 6:51 am

RICERCA: PRECARI DELL’ISTC DEL CNR OCCUPANO LA DIREZIONE

leave a comment »

(AGI) – Roma, 3 ott. – Il personale precario e strutturato dell’Istituto di Scienze Cognitive del Consiglio nazionale delle ricerche (Istc-Cnr) ha occupato la direzione. “I nuovi tagli alla ricerca – hanno detto in un comunicato – puniscono i giovani precari, impediscono il turnover e ignorano completamente i criteri di merito”.

via AGI News On – RICERCA: PRECARI DELL’ISTC DEL CNR OCCUPANO LA DIREZIONE.

Written by Digireale

ottobre 4, 2008 at 12:04 pm

Pubblicato su precari, precariato, precario

Tagged with

Senza Stato, nè legge…

leave a comment »

Marco Travaglio ci informa

Tutti presi dal salvataggio di Alitalia che non è salva perché non esiste più e che ci costerà probabilmente più di tre miliardi di euro, pari al taglio della spesa per la scuola dei prossimi anni. Tagliamo tre miliardi alla scuola e migliaia e migliaia di maestri e dipendenti per andare a pagare i debiti di una società pubblica che viene regalata ai sedici fratelli bandiera.

Senza Stato, nè legge….

Written by Digireale

ottobre 1, 2008 at 10:17 am

Mariastella Gelmini: “Università pubblica: non faremo prigionieri”

leave a comment »

Articolo interessante non solo per i precari dell’università.

Mentre in tutto il resto d’Europa e del pianeta si investe di più in ricerca, da noi fino a fine legislatura è stato programmato solo di tagliare. Teste. Teste giovani. Teste pensanti.

Mariastella Gelmini: “Università pubblica: non faremo prigionieri” : Giornalismo partecipativo.

Vi rivordiamo di iscrivervi al social network dei precari ottimisti

Written by Digireale

ottobre 1, 2008 at 9:58 am

Nasce il social network dei precari

leave a comment »

L’indirizzo è http://precari.miglioramento.com

Passate parola!

Marco mkc Costanzo

Written by Digireale

settembre 22, 2008 at 9:37 am

I prof non vanno più in pensione e ci sono 50mila precari a rischio – Scuola&Giovani – Repubblica.it

leave a comment »

E le 50 mila immissioni in ruolo attese dai precari sono a rischio. La notizia, per la verità, era già trapelata qualche settimana fa durante un incontro fra i sindacati e i tecnici del ministero della Pubblica istruzione.

I prof non vanno più in pensione e ci sono 50mila precari a rischio – Scuola&Giovani – Repubblica.it

Written by Digireale

marzo 1, 2008 at 10:42 am

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.